Rubrica dei fatterelli svedesi

Ieri siamo passati dalla Norvegia alla Svezia ed è stato uno shock vero e totale. Allora: veniamo da posti meravigliosi, dove il panorama meno bello è solo bello, invece di magnifico. È difficile andare in un altro paese che invece non ha queste caratteristiche (fiordi e montagne e colline). Sembra tutto noioso. Scusate, se seguite il mio blog da qualche tempo sapete che sono molto diretta. Dico le cose come stanno secondo chiaramente il mio punto di vista e che sensazione mi danno. Spero che in altri due giorni di viaggio la mia opinione cambi!

Qui in Svezia mi é anche capitato di trovare persone che non parlano inglese e di dover usare il mio norvegese (che è a livelli disumani, ma in caso di emergenza è andato benissimo!).
Lo sapevo però, non posso né devo né voglio lamentarmi, era il modo più rapido per tornare a Oslo in poco tempo e sono sicura che questo paese mi parlerà prima di rientrare. Sfoggio il mio sorriso migliore, quello di chi non sa niente e deve imparare. Ti ascolto, Svezia!
Di moto, traffico e strade

In Norvegia era un continuo salutare motociclisti, tanto che io e Marco abbiamo abbandonato il solito saluto per proporne di stranissimi. Ridevamo molto. Qui abbiamo incontrato 5 moto in circa 800 km!!

Il traffico è pochissimo, molto molto scorrevole. L’asfalto è una goduria, anche se bagnato. L’unica cosa è che le strade continuano ad alternare il numero di corsie. Non ci sono mai due corsie per ogni direzione, ma una e due al contrario che ogni tanto cambiano e diventano due e una. Sempre per un totale di 3, mai 4. Attenzione dunque ai continui restringimenti e allargamenti di strada.

Altra differenza con la Norvegia è il numero di autovelox, laggiù non siamo riusciti a usare una mano intera per contare quelli che abbiamo trovato, qui sono ovunque. Prima di ogni uscita. I limiti sono tra i 90 e 110 sulle grandi strade statali (dipende dal tratto), 70 in prossimità delle uscite con autovelox e 50 nelle città.

Altra pecca rispetto alla Norvegia: molti meno benzinai e “autogrill” di sosta. Ogni 100 km circa, almeno dal confine norvegese da dove arriviamo (Narvik) fino ad Umeå dove siamo ora. Sono sicura che a sud la storia cambia.
Della difficoltà di togliersi il casco da moto

Quando fate un viaggio così alcune cose che non immaginavate nemmeno succederanno, tipo: “non scendo dalla moto a fare la foto perché è una vera menata scendere” e anche “non mi tolgo il casco se devo andare a pagare le benzina nel negozio altrimenti è un’altra menata infinita”.

Questo secondo fatto in Norvegia era ampiamente accettato. So che non è bello entrare in un negozio a viso coperto e infatti ogni volta io chiedevo scusa e dicevo che mi era complicato togliere il tutto e mi sorridevano e mi dicevano che non c’erano problemi. In Svezia ho deciso che mi levo il casco che è meglio. Peggio per loro che vedono come sono conciata.
Delle balle di fieno posizionate a tetris

Mentre i campi scorrono vedo una moda scandinava passarmi davanti: la balla di fieno. Le balle qui vengono avvolte da strati di plastica colorata (rosa o azzurro) e poi vengono posizionate in modo simpatico. Oggi abbiamo visto una composizione tetris. Oppure le usano per scriverci sopra cose carine tipo “Välkommen” oppure tag di crew svedesi. Yo!
Di alci e renne

Partiamo subito dicendo che in teoria nella Lapponia svedese e nel nord del paese sono più frequenti gli alci che le renne, ma comincio a temere che non sia vero niente, che sia del marketing scandinavo che per attirare i turisti ha creato cartelli con animali esotici.

Io non ho visto un solo alce o renna che dir si voglia se non sui cartelli stradali, nemmeno negli allevamenti! Dovrebbero essere ovunque, ho passato ORE a fissare i boschi… Niente.

Ah un alce! No, è un cavallo.

Ah un alce! No, è una mucca.

Ah un alce! No, è un ciclista.

Ah un alce! No, è uno che fa sci con i pattini a rotelle…

Di cartelli stradali

In Svezia a differenza della Norvegia i cartelli di “attenzione animali” hanno il fondo giallo invece che bianco. Segnalano alci, renne, mucche, pecore e agnellini e non solo… segnalano motoslitte e aerei.

Come motoslitte e aerei?? Ci sarà ben qualcuno che li guida ‘sti mezzi o sono considerati animali? Che poi posso anche capire l’avviso di attenzione alle motoslitte, ma l’aereo deve per forza attraversare la strada?? MAH!

Altra suggestiva particolarità sono le frecce segnaletiche delle curve pericolose che in Italia sono bianche e nere. In Svezia hanno il colore della bandiera nazionale, blu e gialle.

Di veri biker

All’autogrill di Sundsvall, a metà Svezia più o meno, abbiamo incontrato questo mito d’uomo.
Siena – Capo Nord – Siena in 20 giorni. Con una Vespa 200. Non parla inglese e non gliene frega nemmeno una cippalippa, giustamente! Nonostante questo è riuscito a riparare e sostituire pezzi. Non ha trovato un solo giorno di sole porello, ma non gliene frega nemmeno in questo caso. Libero e felice. Rispetto!

14040010_10208921008395657_1198405539144766131_n
Di saponi gustosi

Sono in Svezia da soli due giorni, ma ho già capito che da queste parti hanno una particolare adorazione per… I saponi!

Ogni bagno di ogni casa, albergo, b&b, ristorante, bar, autogrill ha un sapone liquido particolare. Mango e papaya, menta piperita, lichis… Ho visto già di tutto.
Di svedesi che montano un mobile IKEA

Oggi mi è capitato di assistere a questa scena. È stato un momento catartico.

3 pensieri riguardo “Rubrica dei fatterelli svedesi

    1. La cosa bella di questo viaggio è che non c’è un unico percorso, ma mille. Non troverai un solo altro motociclista che fa lo stesso giro tuo 😀 Se hai tre settimane puoi anche arrivare a Capo Nord facendo il classico giro dalla Finlandia, oppure anche solo Norvegia, ma dovendo fare solo montagne hai bisogno comunque di parecchio tempo.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...